In occasione della Quaresima, per due pomeriggi, la Caritas Diocesana ha aperto le sue porte anche a due gruppi di bambini di quinta elementare della parrocchia S. Maria Assunta di Cabras, organizzando per loro un laboratorio sui temi della condivisione e solidarietà, con la collaborazione dei ragazzi in Servizio Civile e in Alternanza scuola – lavoro.

Partendo dalla visione di un filmato, i bambini sono stati invitati ad esprimere il loro punto di vista sulla povertà e la relativa percezione del fenomeno nel nostro territorio. Poi, attraverso il gioco “La rete della solidarietà”, disposti in cerchio, hanno raccontato un episodio in cui sono stati aiutati o hanno aiutato, passandosi un gomitolo di lana rossa che, alla fine, ha creato una fitta rete.

I bambini hanno potuto così comprendere come, attraverso le buone azioni, possa nascere una rete solidale, la stessa rete che la Caritas costruisce ogni giorno, grazie al contributo di tutta la comunità, della quale fanno parte i volontari, i donatori e tutti coloro che collaborano in diversi modi per sostenere le persone in difficoltà.

I ragazzi volontari li hanno poi guidati nella visita della sede, spiegando i vari servizi offerti dalla Caritas e rispondendo alle loro tante curiosità.

 

 

 

A conclusione del pomeriggio, la realizzazione de “L’albero della Solidarietà” costituito dalle impronte delle loro mani e dalle parole più significative suscitate dall’esperienza che esprimono la bellezza e l’importanza di aiutare il prossimo. Gli alberi realizzati in occasione dei due incontri sono stati esposti nella vetrina dell’Emporio della Solidarietà.

 

Condividi: